giovedì 11 maggio 2017

Prime impressioni #5: Creamy Mami

Oggi lettori ♥ vi propongo il primo di una lunga serie di post dedicati ad alcuni manga usciti questa primavera e che ho deciso di provare. Iniziamo con un maho shoujo storico e molto famoso che la Star Comics ha deciso di ristampare, e che non potevo lasciarmi scappare.


Titolo: Creamy Mami - L'incantevole Creamy
Autore: Kazunori Ito e Yuko Kitagawa
Casa editrice: Edizioni Star Comics
Uscita: aprile 2017

"Yu è una ragazzina di 10 anni vivace e curiosa che un bel giorno riceve in dono una bacchetta magica da un folletto extraterrestre dandole la possibilità di trasformarsi a piacimento in una affascinante adolescente. Sotto le vesti della bellissima Creamy, Yu verrà catapultata casualmente nel mondo dello spettacolo diventando una cantante."


Prime impressioni

Prima di acquistare questo fumetto non ho fatto nessuna riflessione, l'ho preso immediatamente, già ero partita con l'intenzione che doveva essere mio.
Recuperare shoujo vecchi e famosi, soprattutto se ristampati, per me è una passione, e se poi sono legati alla mia infanzia diventano una priorità da avere nella mia collezione. Immagino che tanti di voi conoscano "L'incantevole Creamy", una delle maghette più famose degli anni '80 che ha appassionato anche la generazione anni '90. Ammetto che non era la mia preferita, avevo un debole per "Magica Emi", ma era comunque un cartone che mi piaceva guardare. Così annunciato il manga mi ci sono completamente buttata nella lettura, però alla fine ne sono uscita un po' delusa.

Essendo un manga degli anni '80 bisogna tenere in considerazione che ha uno stile diverso e un tipo di narrazione diversa. I disegni non sono stati un problema, sono una che apprezza anche lo stile vintage, ma la struttura narrativa invece non mi convinta.
Ho scoperto che "Cramy Mami" non nasce come manga, ma come anime, infatti la prima puntata è uscita nel 1983 mentre il fumetto nel 1984, e secondo me questo adattamento cartaceo non gli rende giustizia. La storia è molto rapida e veloce, si passa da un fatto all'altro senza un approfondimento preciso, dando per scontate molte cose e tramutando il fumetto in un riassunto dell'anime. Non mi è piaciuto questo modo di narrare, l'ho trovato davvero confusionario e superficiale, e ha giovato in senso negativo a tutti i personaggi.

Da amante dei maho shoujo e di storielle del genere, mi ha lasciata parecchio delusa, alla fine parliamo di un'opera molto famosa, se si tiene presente l'anime, e questo manga non gli rende davvero  giustizia.
La serie è composta da due volumi, e alla fine prenderò pure il secondo così da avere il fumetto completo. Quello che spero è che il manga migliori leggermente verso la fine, ma non ci conto troppo: un riassunto finale e più dettagliato di quest'opera  arriverà con una recensione.

Chi di voi conosce "Creamy Mami"? Avete preso il manga? Se si, cosa ne pensate, anche per voi risulta troppo veloce e frettoloso?

giovedì 4 maggio 2017

Recensione: Paradise Kiss - Stilisti, persone bizzarre

Buongiorno ♥ eccoci qua a parlare di un fumetto particolarmente noto tra i dipendenti, soprattutto perché arriva dalla mano di una delle mangaka più famose di tutti i tempi: mai sentito parlare di Ai Yazawa? Scommetto di si! E scommetto anche che pregate affinché concluda quel benedetto Nana. Oggi però parliamo d'altro,  parliamo di Paradise Kiss, shoujo dalle tinte mature, considerato sequel (o spin off?) di Cortili del Cuore, ed edito dalla Planet Manga in ben tre edizioni esaurite sul mercato italiano.


Titolo: Paradise Kiss
Autore: Ai Yazawa
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 1° ed. 2001; 2° ed. 2004; 3° ed. 2008
Stato: conclusa
Volumi: 1° ed. 10; 2° ed. 5; 3° ed. 5

"Yukari Hayasaka è una studentessa giapponese che ha sempre concentrato la sua vita sullo studio frequenta svogliatamente l'ultimo anno delle scuole superiori ed è innamorata del suo compagno di classe Hiroyuki Tokumori. È una ragazza molto alta e bella, e un giorni viene fermata per strada da un ragazzo punk che le chiede di fare da modella per una sfilata scolastica. Yukari si ritrova così catapultata in un segreto atelier in cui si riunisce un gruppo di studenti di moda dell'istituto Yaza, una realtà così diversa da quella in cui a vissuto finora che le aprirà su un nuovo modo di vivere mettendo in discussione il suo futuro."

Tra tutti i manga della Yawaza, Paradise Kiss è stato il primo che ho letto, agli inizi delle scuole superiori approfittando della terza edizione Deluxe. Pensandoci ora forse non avevo la mentalità o maturità per apprezzarlo, tanto che non mi è piaciuto e non ho mai comprato l'ultimo volume (recuperato con un po' di fortuna qualche mese fa). 

A quei tempi ero pazza di Arina Tanemura per intenderci, e ora come ora mi rendo conto che non avevo proprio la sensibilità per apprezzare questo tipo di shoujo. Successivamente, forse a 16 anni, ho iniziati a leggere e guardare "Nana" e a rivalutare Yazawa sensei. Tutta questa pappardella personale l'ho fatta per dirvi che "Paradise Kiss" è uno shoujo molto maturo, elegante e sensuale, se non fosse per l'età dei personaggi, potrebbe essere considerato un josei, e che forse lo si apprezza un po' più in là nel tempo (o sono ritardata io?).

Sarebbe stato più giusto recensirvi prima "Cortili del cuore" però alla fine sono due fumetti davvero a parte, ci sono collegamenti come l'istituto d'arte, il personaggio di Mikako che fa un'apparizione, e il fatto che Miwako sia sua sorella minore e Arashi sia il figlio di Risa. Qualche collegamento c'è, ma fidatevi che non è rilevante, e ve lo dice una che ha letto prima questo manga che quello che lo precede.

Le avventure di "Paradise kiss" seguono la vita di Yukari Hayasaka, una bella ragazza delle scuole superiori, che ha sempre dedicato la sua vita allo studio. La classica studentessa giapponese che non ha mai vissuto una vita vera perché troppo concentrata sui libri e continuamente oppressa dalle aspettative che i genitori hanno su di lei, e sul suo brillante futuro. La sua monotona e grigia esistenza viene totalmente travolta quando un ragazzo punk le chiede di fare la modella per un gruppo di studenti di moda. 

Yukari così viene trascinata in un piccolo angolo di paradiso sartoriale, l'atelier Paradise Kiss, dove imparerà a conoscere dei stravaganti ragazzi creativi che studiano moda presso l'istituto d'arte. Abbiamo Arashi dallo stile punk e provocatorio, la tenera Miwako dei gusti lolita e appariscenti, la raffinata Isabella dai look aristocratici, eleganti che nascondono mille segreti, secondo me il personaggio più intrigante e più profondo di tutti, e infine l'affascinante e freddo Joji/George la mente pensante e l'anima di tutto l'atelier.

Quattro personaggi così diversi tra loro, ma allo stesso tempo importanti per far aprire gli occhi sul mondo a Yukari. Sono personaggi che un po' si odiano e un po' si amano nel corso di tutto il manga. La protagonista non l'ho mai sopportata, solo negli ultimi volumi ho cominciato veramente ad apprezzarla, quando prende in mano la sua vita, i suoi sogni e i suoi sentimenti, quando finalmente si trasforma e sviluppa una propria indipendenza da ciò che vuole la sua famiglia e dall'attaccamento a George. Quest'ultimo è certamente il personaggio fondamentale, sarà l'infatuazione di lei per questo ragazzo fuori dall'ordinario a portare la sua grigia vita fuori dai binari alla scoperta di qualcosa di nuovo, saranno le parole dure di lui a scuoterla e a spingerla a tirare fuori la vera se stessa.

George e Yukari sono tutto tranne che romanticismo, non sono mai riuscita a percepire tra di loro l'amore romantico classico degli shoujo manga, sono piuttosto due complici passionali che cercano rifugio l'uno nell'altra. Forse voi li avrete percepiti in modo diverso, ma davvero non riesco ad essere oggettivamente romantica nel spiegare il loro rapporto, non li ho mai trovati romantici e Paradise Kiss è tutto tranne che è uno shoujo romantico.

Passerei forse ore a parlare di questi personaggi proposti dalla Yazawa, e della relazione/non-relazione tra George e Yukari, perché nonostante sia un manga breve, la caratterizzazione è davvero impeccabile.
Se ci fermiamo a riflettere un attimo, "Paradise Kiss" è l'ultimo manga di Yazawa sensei prima di "Nana", e secondo me dal punto di pista di profondità dei personaggi, si nota una maturità netta rispetto alle opere precedenti, un lavoro psicologico dettagliato capace di entrarti dentro, un po' come Nana che piano piano ti sbriciola le emozioni dall'interno, che ogni tanto sdrammatizza con scenette comiche per risollevarti dagli animi tormentati dei personaggi.

I disegni della Yazawa spiccano per eleganza in questo manga, sarà che ogni personaggio impersona uno stile diverso da portare la mangaka ad avere una cura particolare nei dettagli. Come per "Cortili di cuore" anche qua la scena della sfilata finale scolastica, è emozionante, bellissima ma ci da delle emozioni totalmente diverse rispetto a quelle del suo predecessore: alla fine la bellezza di Yukari è quella di una modella di alta moda.

È un fumetto che consiglio? Dovete leggerlo! Se non conoscete questo shoujo o se non lo avete ancora letto, vi consiglio davvero di recuperarlo, non solo se amate la Yazawa, ma anche se cercate un manga che parli di moda o semplicemente uno shoujo più maturo.


  • Il fumetto è ambientato circa 20anni dopo "Cortili del Cuore"
  • Il manga ha avuto anche un adattamento anime di 12 episodi nel 2005, che è arrivato in Italia in DVD grazie alla Panini Comics ed è stata trasmessa con doppiaggio italiano nel 2008 su CartoonNetwork alle ore 23.55 (per darci la buona notte??!)
  • Nel 2011 il manga ha avuto un adattamento live action giapponese.

lunedì 1 maggio 2017

Annunci shoujo Napoli COMICON 2017!

Buongiorno lettori ♥ ecco un post fresco fresco con gli annunci shoujo fatti al Comicon di Napoli svoltosi questo week end appena passato. Se mi seguite sulla pagina facebook sicuramente non vi sarete persi i miei post, però è giusto ora raccogliere tutte le informazioni sul blog e approfondire la parte dedicata agli shoujo manga annunciati.

Le case editrici di cui parleremo saranno la Edizioni Star Comics e la Planet Manga della Panini Comics, mentre riguardo al altre con i rispettivi annunci, non ho trovato notizie. Ammetto che nemmeno queste, a parer mio, non sono niente di eclatante, pensavo meglio, ma accontentiamoci.

Planet Manga


Titolo: Fruit Basket
Autore: Natsuki Kataya
Uscita: ottobre 2017
Volumi: 23 conclusa

"Rimasta senza la mamma, la dolce Toru Honda vive in una tenda ed è costretta a lavorare duramente per pagarsi gli studi. Ma le calamità naturali sono sempre in agguato, e quando un tifone spazza via la sua casa, a offrirle conforto e ospitalità è il bellissimo Yuki Soma, suo compagno di scuola, detto il Principe per via dfei suoi modi raffinati. Con Yuki vivono anche Kyo e Shigure, l'uno introverso e turbolento, l'altro cortese e brillante. Ma i membri della famiglia Soma nascondono un segreto: sono stati colpiti da una terribile maledizione, e basta un abbraccio o un brusco contatto con una persona di sesso opposto perché si trasformino negli animali dello Zodiaco Cinese!"

A quanto pare la Planet ha voglia di riprendere in mano gli shoujo pubblicati precedentemente dalla Dynit. Proprio recentemente ha annunciato l'a ristampa de "Le situazioni di lui e lei" e ora eccoci qui con un altro shoujo classico e famoso. Questa è una buona opportunità per recuperare il chiacchierato "Fruit Basket", un'opportunità di cui approfitterò, è da una vita che voglio leggerlo ♥




Titolo: Yuki wa Jigoku ni Ochiru no Ka
Autore: Hiro Fujiwara
Uscita: ottobre 2017
Volumi: 6 conclusa

"Yuki non potrà di certo mai dimenticare il suo sedicesimo compleanno, il giorno in cui la sua vita è stata sconvolta dalla rivelazione di un segreto a lungo nascosto e che la catapulta al centro della battaglia contro oscure forze demoniache... L'apprezzata autrice della hit Maid-sama! torna con un'appassionante serie fantasy."

Il fumetto non lo conosco, ma uno shoujo con un tocco di fantasy mi alletta sempre, quindi penso che lo proverò appena esce! L'unica certezza positiva è l'autrice, la mangaka è la stessa di "Maid sama!" uno shoujo che mi è piaciuto tantissimo, soprattutto l'anime, quindi l'idea di provare un altro manga uscito dalla mente di quella donna mi incuriosisce ...quante di voi si sono prese una cotta colossale per il biondo Usui? ♥ (non so cosa centra, ma valeva la pena ricordarlo)


Titolo: Vampire Knight Memories
Autore: Matsuri Hino
Uscita: novembre 2017
Volumi: 2 in corso

"Torna la romantica serie fantasy che ha incantato il pubblico, con una carrellata di storie inedite e capitoli speciali che approfondiscono le vicende dei protagonisti del cult Vampire Knight."

Ancora Vampire Knight? Ancora Matsuri Hino? A Lucca 2016 la Planet ha annunciato Shuriken & Pleats,  miniserie di Hino sensei di due volumi, e adesso se ne esce non solo con un'opera di questa mangaka, ma ci porta in italiana il sequel di di VK, ovvero una raccolta di storie brevi che non è ancora terminatain Giappone e riprende i personaggi dell'opera vampiresca. Non sono più fan di VK da anni, all'inizio ero entusiasta del manga, poi verso la fine non mi è piaciuto per niente, quindi passerò questo sequel che potrebbe avere una pubblicazione molto lenta, era meglio se sceglievano qualche altro manga.




Titolo: Takane to Hana
Autore: Yuki Shiwasu
Uscita: novembre 2017
Volumi: 7 in corso

"La giovane Hana si ritrova a sostituire sua sorella maggiore in un incontro a scopo matrimoniale, ma davanti all'arroganza di Takane, il bellissimo futuro marito, la ragazza manda tutto a monte. Fine di una storia? Non proprio, perchè il temperamento di Hana sembra aver suscitato l'interesse dell'aitante promesso sposo... "

L'unico tra gli annunci su cui non riesco farmi un'idea perché davvero non lo conosco, e le premesse non mi ispirano più di tanto..Il fumetto è in pubblicazione dal 2015 sul magazine shoujo Hana to Yume della Hakusensha, e in Giappone siamo a quota 7 volumi in corso. La cadenza dell'uscita italiana sarà bimestrale e spero, per chi lo acquisterà, che non ci siano intoppi nella pubblicazione. Ammetto che davvero non mi ispira, ma ho tempo fino a novembre 2017 per cambiare idea e chissà, forse acquistare almeno il primo volume.


Star Comics

Titolo: Children of the Whales
Autore: Abi Umeda
Uscita: settembre 2017
Volumi: 9 in corso

" La storia è ambientata in un mondo ricoperto da sterminati deserti sabbiosi. Chakuro è un archivista 14-enne che vive a bordo di un immensa isola fluttuante, la Mud Whale, che solca il “mare” di dune. Nove abitanti su dieci dell’isola fluttuante sono dotati dell’abilità di utilizzare il saimia, ciò rappresenta allo stesso tempo una benedizione ed una maledizione, poiché seppur vero che il potere è utile, è anche vero chi ne è portatore è destinato a morte precoce. Chakuro ed i suoi giovani amici non hanno mai avuto alcun contatto con persone estranee alla Mud Whale e passano il tempo a fantasticare sugli estranei, smaniosi di incontrarli; poiché durante la navigazione hanno incrociato varie isole, ma si sono rivelate tutte disabitate o abbandonate. Un giorno la loro isola ne incrocia una altrettanto grande, in questa occasione Chakura incontra una nuova ragazza, che cambierà il suo destino."

Ammetto che questo shoujo mi era sfuggito quando ho consultato le uscite, pensavo fosse uno shonen, anche perché il genere non era specificato e più di tanto né la copertina né la trama mi hanno aiutata molti, per questo ringrazio voi, sia gli utenti di fb che Clacca tra i commenti, di avermi illuminato su questo manga. Il manga è in corso dal 2013 sul magazine Mystery Bonita della Akita Shoten e siamo a quota 9 volumi. Proprio in questo gennaio 2017 è stata annunciata anche l'uscita di una trasposizione animata per ottobre 2017.



Titolo: Sailor Moon
Autore: Naoko Tacheuki
Uscita: novembre 2017
Volumi: 12 volumi totali Eternal Edition; 16 volumi totali New Edition

"Potere del cristallo di luna: azione! Penso che non serva una trama di questo famosissimo maho shoujo"

Questa nuova ristampa è stata già annunciata a Lucca 2016, ma appena ora ci confermano il periodo preciso in cui uscirà. Non è un nuovo annuncio, hanno semplicemente ribadito che lo ristampano made in Star Comics, con due edizioni, una classica da 16 volumi come la serie originale, e l'Eternal Edition da 12 (quella che prenderò io).

Fonte: https://www.animeclick.it/

Uscite maggio 2017

Buongiorno ♥ questa volta non mi sono dimenticata delle uscite del mese, quindi eccoci qua con l'elenco di maggio. Cosa prenderete in fumetteria? State attenti che abbiamo ben tre novità, due della Planet Manga e una della Star Comics.
-I fumetti in grassetto sono i miei acquisti-


Planet Manga
Star Comics
  • Bugie d'aprile 4 (3 maggio)
  • Our little sister 2 (10 maggio)
  • Kamisama Kiss 21 (10maggio)
  • Haru x Kiyo 5 (17 maggio)
  • Creamy Mami 2 (17 maggio) - Ultimo volume!
  • Rere Hello 9 (24 maggio)
  • Mission of love 3 (24 maggio)
  • Tsubaki-cho Lonely Planet 1 (24 maggio) - Novità!
Goen
  • Alice Academy 25


mercoledì 26 aprile 2017

Let's Five: 5 shoujo cover dai temi primaverili

Buongiorno ♥ eccoci qua con una top five a tema primaverile visto che la bella stagione è arrivata (e qui a Trieste fa freddo come in autunno o.o), quindi oggi per poi sono andata alla ricerca di cinque belle cover shoujo ispirate alla bella stagione, e per complicarmi meglio la vita ho deciso che ogni cover deve rappresentare un determinato elemento. Cosa ne dite? Vi piacciono? Voi quali altri elementi primaverili vi vengono in mente?

Jeanne, la ladra del vento divino di Arina Tanemura n° 5: fragole
Purtroppo non ho trovato nel web la cover originale dell'edizione italiana e non avevo tempo per scandalizzare il volume, così ho preso l'originale giapponese. Fragole, fragole e ancora fragola, ma il frutto primaverile per eccellenza sono appunto le fragole, e questa cover la trovo adorabile. (Recensione)

Honey and Clover di Chica Umino n° 6: le belle giornate
Tutte le cover di questo fumetto sanno di primavera. Un turbinio di cieli azzurri, fiori e colori chiaro delle sfumature pastello, quindi è stata davvero un'impresa scegliere quale cover inserire di tutti i volumetti che compongo questo manga, voi quale avreste messo?

Love Begins di Kanan Minami n° 13: vestiti svolazzanti 
La primavera è anche la stagione delle gonne e dei vestiti svolazzanti, quando si cambia l'armadio e si cerca qualcosa di leggero, colorato e allegro. La primavera l'associo al tessuto chiffon, avete presente? Sono piena di camice, maglie floreali e vestiti in chiffon che non vedo l'ora di mettere quando arriva la primavera, e il vestiti di Hibino Tsubaki in questa cover me li ricordano tantissimo.

Secret Unrequited Love di Kotomi Aoki n°11: inizio e fine delle scuole giapponesi
Cosa succede inoltre in primavera nei manga? È il periodo in cui finiscono ed iniziano le scuole giapponesi, dove gli studenti si diplomano, un fatto rincorrentissimo negli shoujo manga, tipico del periodo primaverile. Forse ho un po' barato scegliendo una cover di SUL, alla fine tutte le cover di questo shoujo seguono il corso delle stagioni.

Le situazioni di lui e lei di Masami Tsudan° 1 BigLoveEdition: Hanami
Non potevo dimenticarmi dei fiori di ciliegio, quante dichiarazioni sono avvenute sotto questi splendidi alberi in fiore? Quanti petali posati sui capelli e poi spostati dalle mani dell'amato? La primavera giapponese è conosciuta per l'incredibile spettacolo dalle tinte rosa che offrono ogni anno tantissimi ciliegi in fiore, con il tradizionale hanami, ovvero il termine nipponico per descrivere la tradizionale usanza di godere della bellezza dei ciliegi in fiore. Lo spettacolo che offrono i sakura si può godere da inizio aprile fino a metà maggio, facendo allegri pic-nic ai piedi degli alberi. (Arriva una nuova edizione!)


martedì 25 aprile 2017

Buoni siti: restare aggiornati sul mondo dei manga?

Buon giorno lettori ♥ oggi vi propongo un post diverso dal solito, non rientra in nessuna delle mie classiche rubriche, però ci tenevo a farlo. È un post dove vi parlo e consiglio i miei siti preferiti per restare sempre aggiornati su anime e manga e sugli shoujo. Molti sono utili per le news dal Giappone e molti altri per informazioni generiche su serie di fumetti.

Quando scrivo un articolo di news cito sempre la fonte, non mi sembra giusto prendere materiale e spacciarlo per mio, quando invece faccio le recensioni di solito ho vicino a me il primo volume del manga da cui prendere date, editore, rinfrescarmi un attimo prima di scrivere la trama, anche se ammetto che ogni tanto vado a prendere spunto anche per la trama e a curiosare sullo stato di un manga.

Ovviamente non sono tutti i siti di informazione esistenti in internet, ce ne saranno sicuramente altri, per non parlare poi di quelli giapponesi (ma io il giapponese non lo so), questa è solo una piccola lista di quelli che uso abitualmente, in ordine di frequenza, certi li visito di più e certi di meno, ma in sostanza quelli che preferisco di solito sono tutti qui.

E voi come vi tenete aggiornati sul mondo dei manga? Sicuramente i social network sono importantissimi oggi, però sono sempre alla ricerca di qualche nuovo sito, o blog, da scoprire.



  • Anime News Network: il sito principale che controllo davvero ogni giorno. Lo considero davvero il migliore perché è sempre aggiornatissimo con le news, le informazioni arrivano rapidissime e appena vedo qualche novità volare sui social, mi precipito immediatamente su ANN perché so di trovare la notizia. Non mi ha mai deluso, e ogni articolo e sempre ricco di informazioni, tutto ciò che c'è da sapere sugli anime e manga. Una vera e propria enciclopedia di questo mondo con tanto di community vastissima, io lo uso principalmente per le news. Il sito è in inglese, quindi facci pure un po' di allenamento con la lingua.
  • Manga Forever: il mio sito preferito italiano per eccellenza! Aggiornato sempre e quotidianamente, rapido ed è tra i primi a sfornare news su tutto, anche sull'universo shoujo che spesso viene snobbato da molti siti di informazione. Manga Forever oltre ad essere ottimo per anime e manga, mi piace perché copre un po' tutto il mondo nerd e per questo aspetto lo alterno spesso a OrgoglioNerd.
  • AnimeClick: è il sito italiano che utilizzo per verificare alcuni dettagli sulla pubblicazione dei fumetti editi e inediti, e ammetto ogni tanto rubo pure qualche trama se devo scrivere qualche rapida news. Lo consiglio perché ogni sezione manga è fornita anche di recensioni degli utenti, è una community vera e propria e sempre attiva, mi piace perdermi a leggere i commenti. Penso che sia anche l'unico sito in cui riesco a reperire mensilmente le uscite manga della JPOP che sono introvabili sia sull'anteprima che sugli altri siti.
  • Manga Up Datestutte le informazioni su qualsiasi manga esistente, schede complete nel minimo dettaglio, tutte le opere dei mangaka dalle oneshot alle serie lunghe: un database enorme e insostituibile per gli appassionati!! Lo uso soprattutto per scoprire nuove serie, magari di mangaka che seguo, e per documentarmi se una serie è in corso e quanti volumi conta attualmente. Davvero molto aggiornato, uno di quei siti di cui non puoi fare a meno se cerchi informazioni su una serie. Sito straniero in inglese.
  • Ramen Para Dos: sito spagnolo, penso che sia un equivalente di ANN. Anche questo mi piace per la tempestività delle informazioni. Ammetto che non l'ho esplorato più di tanto, lo utilizzo soprattutto per le news perché è sempre molto aggiornato, confronto le notizie tra questo e ANN quando ho qualche dubbio, anche perché non scrivo mai una news se come minimo non metto a confronto le informazioni di due siti. So lo spagnolo? Certo che no, vado per intuizione e ogni tanto uso GoogleTraduttore.
  • Shoujo Papers: non è un sito di informazione, ma un blog che adoro per il modo in cui è strutturato, ordinato e fornito di immagini ufficiali shoujo. Avete presente i calendari o i wallpapers mensili che sfornano i magazine shoujo? Questo blog le colleziona tutte ed è fantastico. Io lo sfrutto per le immagini, ma in verità è un blog spagnolo che si occupa di shoujo e di scan shoujo, se conoscete la lingua potreste trovarlo utile.
  • Shoujo Love: se siete amanti degli shoujo è impossibile non conoscerlo, e il sito italiano per eccellenza (almeno per me) dedicato a questo genere di fumetti. Ricco di informazioni, schede manga, scan e recentemente ha aperto anche un blog, Shoujo Love Blog, dove trovare articoli di tutti i tipi ma sempre legati al mondo shoujo. Una volta aveva una community forum molto attiva, ma il tutto si è ormai spostato sulla pagina facebook, si sa che l'era dei forum è un po' passata. Consiglio vivamente di consultarlo se avete dubbi in merito agli shoujo, è un portale italiano valido soprattutto se volete informazioni sugli shoujo più vecchi, spesso mi consulto per le date di pubblicazione

Ma i siti web non sono l'unico mezzo per trarre informazioni interessanti, quotidianamente consulto la mia "lista" di Twitter. Cos'è una lista su twitter? Non so quanti di voi navigano su twitter, io per prima ammetto che non sono particolarmente attiva, ma almeno una volta al giorno un giretto la faccio. 

Dovete sapere che le pagine ufficiali dei magazine shoujo giapponesi, invece sono davvero molto attive, proprio come alcune mangaka che usano questo social tantissimo. Approfittando di questa piccola fortuna ho creato una lista (privata) su Twitter, dove ho inserito tutte le pagine ufficiali dei shoujo magazine giapponesi, più alcune pagine di news shoujo o di mangaka, così di tanto in tanto se voglio consultare solo quegli account specifici non accorre che vado a cercare uno ad uno, ma basta consultare questa lista. Sia chiaro che io il giapponese non lo capisco, quindi mi oriento con le immagini, so giusto riconoscere le date o distinguere ogni tanto qualche notizia, ma per le immagini che trasmettono news trovo che twitter sia una fonte molto utile.

Queste liste è possibile condividerle anche con altri utenti, quindi se siete interessati posso rendere pubblica questa lista e darvi la possibilità di seguirla iscrivendovi :) trovo che Twitter, un social non troppo popolare in italia, o almeno non tra i giovani, sia il migliore in questo settore, alla fine è fatto apposta per le news.

Lista di @himeclaire93


venerdì 21 aprile 2017

Kodansha Manga Awards 2017: nomination categoria "Best Shoujo Manga"

A inizio aprile sono uscite le nomination del 41° Kodansha Manga Awards, legata alla famosa e grande casa editrice nipponica, la Kodansha. Le categorie sono sempre le stesse tra shoujo, shonen e generale. I vincitori verranno annunciati il 9 maggio 2017, e appena avrò la notizia sottomano vi farò sapere.

Anche l'anno scorso avevo dedicato un post alle candidature e alla fine il vincitore è stato "Watashi ga motete dousunda/Kiss him, not me" che quest'anno vede una pubblicazione italiana cura della casa editrice Goen. Ma ora focalizziamo sulla categoria Best Shoujo ♥ vediamo insieme i candidati e facciamo qualche speculazione.

Categoria Best Shoujo Manga



Omoi, omoware, furi, furare di Io Sakisaka
Magazine: Bessatsu Margaret (Shueisha)
Commento: il nuovo e popolarissimo shoujo di una delle mangaka più amate degli ultimi anni, come scordarsi di "Strobe edge" o "A un passo da te"? Quindi non mi sorprendo a vederlo nominato! Le protagoniste di questo manga sono due ragazze molto diverse e il loro rispettivo modo di vivere l'amore. Il fumetto è stato annunciato al Lucca 2016 dalla Planet Manga, e verrà pubblicato nell'estate 2017 in teoria, forse luglio o agosto. In Giappone siamo a quota 5 volumi in corso, e le scan italiane fino al capitolo 18 sono reperibili su FaceBook nella pagina "Omoi, omoware, furi, furare Italia", poi la traduzione è stata interrotta a causa dell'imminente pubblicazione italiana. Tra tutti quelli nominati, questo per me potrebbe essere il favorito alla vittoria (magari mi sbaglio, eh).



Deguchi Zero di Haruhi Seta
Magazine: Nakayoshi (Kodansha)
Commento: questo manga mi è totalmente sconosciuto rispetto a tutti gli altri nominati, qualcuno di voi lo conosce? Quindi ora come ora non ho davvero la più pallida idea di cosa dirvi perché non ho un'idea precisa. In Giappone siamo a quota 13 volumi ed è inedito in Italia. È uno shoujo sopranaturale dalle tinte horror che racconta la storia di Akabane Yuuhi, 15enne che sogna di intraprendere una carriera da attrice e viene pure accettata in una prestigiosa scuola di recitazione. Ma le cose nell'istituto non sembrano tanto normali, nulla è davvero come appare agli occhi della gente.



Harumatsu Bokura di Anashin
Magazine: Dessert (Kodansha)
Commento: questo lo conosco! Ho letto un po' le scan grazie al gruppo di Facebook "Shingeki no shoujo" che sono praticamente in pari con la pubblicazione nipponica che conta 6 volumi. Io penso di esser rimasta un po' indietro ma conto di recuperarlo. I disegni non mi piacciono molto e la protagonista la trovo insulsa, la cosa che mi ha colpito molto è il fatto che lo sport, il basket, è davvero molto centrale, ruota tutto attorno a quello e l'argomento è trattato molto bene rendendo la storia coinvolgente,. E poi si, i protagonisti maschili sono molto belli e ben caratterizzati. Non è male, neanche così tanto bene da aggiudicarsi un awards.




P to JK di Maki Miyoshi
Magazine: Bessatsu Friends (Kodansha)
Commento: non è la prima volta che ve lo nomino, se mi seguite saprete che ve ne avevo parlato tra i nuovi adattamenti shoujo in live action per l'inizio del 2017. Mi ha sorpreso trovarlo tra i nominati, mi ero documentata un po' e sembrava una cosa carina e simpatica, in sostanza è la storia d'amore tra una studentessa liceali e un giovane poliziotto, ma niente di che, sicuramente andrò a leggermi qualche capitolo per capire il segreto del suo successo. La pubblicazione in Giappone è cominciata nel 2012, e ora siamo a quota 9 volumi in corso, mi fa davvero strano non averlo mai sentito in questi cinque anni. Voi lo conoscete?

giovedì 20 aprile 2017

Recensione: Il filo rosso - L'ennesima rivisitazione di una leggenda?

Buongiorno ♥ eccomi con una recensione di uno shoujo finito recentemente in questi primi mesi del 2017. Se seguite la rubrica dove commento i miei acquisti, vi ricorderete quando spesso (forse sempre) ho parlato bene e con entusiasmo de "Il filo rosso" di Kaho Miyasaka, edito dalla Planet Manga è composto da nove volumi.
Ho letto tutti i fumetti di questa mangaka editi in Italia, li ho trovati piacevoli ma molto melensi e ripetitivi tanto da non entusiasmarmi più di tanto, soprattutto a causa dei personaggi stereotipati. Invece, proprio con il "Il filo rosso" c'è aria di cambiamento che unito allo stile di Miyasaka sensei, mi ha letteralmente conquistata.


Titolo: Il filo rosso
Titolo originale: Akai Ito
Autore: Kaho Miyasaka
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 2015
Stato: concluso
Volumi: 9

"Due ragazzi che si rincorrono senza sapere il perché. Due studenti che per loro sfortuna il destino ha deciso di unire. Due anime gemelle che non sono capaci di riconoscersi. Chihiro è una ragazza fredda, rozza e dallo sguardo minaccioso, a causa del suo carattere molti le stanno lontano compresi i ragazzi. Hinase è un tipo solare, amichevole e sempre con la battuta pronta. Chihiro e Hinase si incontreranno e si scontreranno più volte e sarà odio a primo sguardo, fino a quando non si ritroveranno nella stessa classe al liceo, e pure nello stesso club. Nessuno dei due è ciò che appare, e solo il tempo darà modo di avvinarsi sempre di più, di scoprire ciò che il destina ha in serbo per loro."


Chi è il ragazzo dai capelli argentei in basso a destra? O.o
Mi sarebbe piaciuto recensire questo fumetto prima ma forse sarei stata trasportata del troppo entusiasmo che mi regalava volume dopo volume. Ho resistito fino alla fine, perché nonostante un fumetto possa appassionarmi tanto durante la lettura iniziale, rischia sempre di finire in modo amaro. Così non mi sono lasciata ingannare nemmeno da questo questo shoujo che racconta in modo ironico e frizzante una semplice storia d'amore e la sua evoluzione nel tempo.
Durante tutta la lettura, fino alla fine, il mio entusiasmo per questa serie però non è cambiato, mi è piaciuto davvero un sacco, tanto da farlo rientrare tra i miei shoujo preferiti degli ultimi anni, tanto che la coppia principale ha vinto nella categoria "Coppia Shoujo Preferita" nel mio Shoujo Recap 2016, tanto che ho rivalutato completamente una mangaka.

Il fumetto è una leggera lettura incentrata soprattutto su due personaggi: Chihiro Takibana  lei e il bel bishonen Sho Hinase lui. Tra i due il personaggio fondamentale, che rivoluziona completamente tutte le protagoniste proposte fino ad ora dalla mangaka, è proprio Chihiro, una ragazza piuttosto scorbutica, dai modi freddi e spesso minacciosi con tutti. Non una ragazza dolce e insicura, ma una protagonista tosta, piuttosto solitaria ma dai modi involontariamente bruschi, niente fiorellini, cuoricini e moine, ma uno sguardo scocciato condito con un carattere pepato. Il suo carattere non le giova fortuna in amore, e il ragazzo per cui ha una cotta non la consideri.

Questo suo carattere la metterà subito in contrasto con Hinase, perché invece di un colpo di fulmine sarà odio a prima vista, inoltre lui troverà divertente questo modo di reagire di lei tanto che comincerà a stuzzicarla di proposito.
La loro situazione inizialmente non sarà delle migliori, ma uno strano scherzo del destino li farà capitare nella stessa scuola e nella stessa classe all'inizio delle scuole superiori.

Pian piano i due ragazzi si avvicineranno sviluppando un affetto molto sincero verso l'altro fino ad innamorarsi. Hinase e Chihiro così cominceranno una relazione fatta di shoujo cliché, i tipici problemi di coppia, ma che si risolveranno piano piano senza drammi esistenziali, incomprensioni irrisolvibili, problemi tenuti nascosti per volumi e volumi fino a scatenare un inferno finale: no, niente di tutto ciò! Una relazione normale, basata sulla sincerità, comprensione e lealtà verso la persona amata, dove i cliché non fanno paura. Insomma una relazione così penso di non averla mai incontrata durante la mia carriera di lettrice shoujo, per molte lettrici (occidentali) sarà facile rispecchiarsi nella quotidianità di questa coppia e nella sua crescita.

La pecca di questo shoujo sta nel titolo. La leggenda giapponese del filo rosso che unisce i mignoli di due persone destinare a stare insieme, viene abusata in tutte le salse nel mondo dei manga, e ciò accade anche qui. Non aspettatevi nulla di epico, di struggente e passionale, semplicemente due persone all'inizio molto distanti diventano inseparabili, non ci sono intrecci alla Beautiful o cose del genere.
Il titolo da parecchie aspettative al momento dell'acquisto, magari ci si aspetta una moltitudine di protagonisti con le vite intrecciate, invece no, tanto che i personaggi secondari sono messi piuttosto da parte rispetto alla coppia principale (attualmente Miyasaka sensei sta lavorando ad uno spinoff su Rino e Kiritani, coppia secondaria di questo manga).

Avendo letto tutte le opere di questa mangaka, vi posso confermare che non ha mai trattato troppo personaggi secondari nel dettaglio, si è sempre concentrata molto bene sulla coppia principale, e lo stesso accade in "Il filo rosso", perfino gli antagonisti sono poco tangibili come personaggi, tanto da risultare innocui al lettore.

Dobbiamo discutere dei disegni della sensei? Assolutamente fantastici! Amo molto il suo tratto, anche se i ragazzi spesso risultano molto effeminati. Gioca moltissimo sulle espressioni e su grandi scene romantiche d'effetto, ma aggiungendoci anche un pizzico di ironia che rende la lettura piacevole.

È uno shoujo che consiglio, uno shoujo con la S maiuscola perché rispetta perfettamente il genere romantico che una ragazza si aspetta, per non parlare che racconta la storia d'amore (sana) che ogni ragazza dovrebbe sognare.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...