martedì 29 agosto 2017

Recensione: Creamy Mami - Rapidi ricordi

Buongiorno dipendenti ♥ oggi dopo tanto  tempo si recensisce. Avevo in cantiere questa recensione da un po' ma non mi convinceva mai del tutto, forse perché il manga non mi è piaciuto ed è sempre dura stroncare qualcosa, spero comunque che sia leggibile. Il protagonista di oggi è "Creamy Mami - L'incantevole creamy" maho shoujo anni '80 nato come anime e poi adattato successivamente a manga.

Titolo: Creamy Mami
Titolo originale: Kurimi Mami
Autore: Kazunori Ito e Yuko Kitagawa
Casa editrice: Edizioni Star Comics
Anno di pubblicazione: 1° ed. anni '80; 2° ed. 1999; 3° ed. 2017
Stato: conclusa
Volumi: 1° ed. 7; 2° ed. 2; 3° ed 2

"Yu è una ragazzina di 10 anni vivace e curiosa che un bel giorno riceve in dono una bacchetta magica da un folletto extraterrestre dandole la possibilità di trasformarsi a piacimento in una affascinante adolescente. Sotto le vesti della bellissima Creamy, Yu verrà catapultata casualmente nel mondo dello spettacolo diventando una cantante."


Questa mini serie di due volumi mi ha delusa molto. Pensavo di fare un bel tuffo nel passato, una tranquilla nuotata tra i ricordi, invece mi sono trovata immersa in una maratona affollata senza conoscere il percorso. Ammetto che ero un po' arrugginita sull'argomento, ero piccina quando guardavo in tv "L'incantevole Creamy" e non sono mai riuscita a guardare l'episodio finale, ma solo avventure sporadiche. Con l'uscita del manga speravo di colmare alcune lacune, ed è stato così, ma non mi sento per niente soddisfatta.

Ho già avuto parecchi approcci con manga vintage tra "Georgie", "Candy Candy" e "Lady Oscar", e tutti hanno sempre avuto un buon sviluppo di trama e ogni passaggio aveva il suo tempo. Ho anche avuto un'esperienza con un manga nato dopo l'anime, "Twin Princess" (per cui nutro un amore incondizionato ♥). Ma niente mi ha deluso come "Creamy Mami", e quindi il mio parere che trovate nelle Prime Impressioni #5 resta invariato anche dopo questo secondo e ultimo volume.

Non saprei neanche esattamente cosa scrivere, cosa criticare, salverei solo i disegni perché tutto sommato sono in stile con il periodo in cui è nato.
Lo shoujo non segue troppo una trama orizzontale a parte all'inizio e alla fine più alcune parti, l'ho trovato invece episodico e associabile a delle vignette umoristiche. Il tutto è trattato molto superficialmente, con una fretta incredibile e dando per scontate molte cose e molti personaggi come Pinopino.

Creamy fa parte di quelle magical girl collegate al mondo dello spettacolo, la bambina che si trasforma in una bellissima idol che canta, recita ed è amata da tutti. La bambina ingenua della vita che deve affrontare una realtà troppo grande per essere compresa, e Yu rispecchia appieno questo personaggio, ingenua, solare e pasticciona si lascia trascinare dal corso degli eventi e diventando la bellissima Creamy. I cliché caratteriali della protagonista la rendono parecchio fastidiosa e davvero non sono riuscita a prenderla in simpatia, sarà che pure lei è rimasta vittima della "fretta" di tutto il fumetto: corre avanti e indietro, combina guai, ripara guai, non riesce a stare un attimo ferma a riflettere a meno che non sia trasformata in Creamy (dopo aver combinato n guaio!)
I personaggi che compaiono vanno e vengono, gli unici con un minimo di profondità di un muro sono Toshio e i gattini alieni Posi e Nega, ma ho davvero poco da dire, alla fine stanno là e hanno il loro ruolo.

Questa nuova edizione Star Comics è molto bella e ben curata, sia nell'impaginazione che nella copertina. È un fumetto adatto ai più nostalgici, a chi è cresciuto con le maghette in tv, a chi vuole uno dei maho shoujo più famosi nella propria collezione perché questi due volumi alla fine sono un semplice pezzo da collezione che mai avrò voglia di rileggere. Due volumetti che servono per rispolverare una vecchia e magica storia che ha fatto parte della vostra infanzia: se avete il ricordo del cartone animato che ha accompagnato da bambini allora custoditelo gelosamente, perché questo fumetto non è capace di darvi quel qualcosa di più che spesso i manga danno.

  • Il fumetto è tratto da una serie animata composta da 52 episodi uscita in Giappone nel 1983 e arrivata in Italia nel 1985 su Italia 1. La serie ha anche 4 OAV ma in Italia sono arrivati solo il primo "Il ritorno di Creamy" e il terzo "Un lungo addio".
  • L'anime è stato creato per promuovere una idol adolescente Takako Ohta.

6 commenti:

  1. Io Creamy non l'ho mai letto né visto, quindi passo anche questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passa e fai bene, soprattutto se non hai mai visto l'anime

      Elimina
  2. Eh sì, ho letto pareri perfettamente in linea col tuo da praticamente chiunque l'abbia letto! L'incantevole Creamy era un anime carino di cui ho guardato qualche volta a tempo perso, ma non mi ha mai entusiasmata in modo particolare. Ho avuto la mezza idea di acquistare questi due manga, perché comunque è sempre bello avere certe chicche nella propria libreria, però se a leggerli non ci guadagno proprio niente ho già fin troppi altri modi per spendere i miei (pochi) soldi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio decisamente buttarsi su altre letture, Creamy Mami alla fine rimane un pezzo di collezione che prenderà solo che polvere nella mia libreria, per il momento lo tengo per una questione maniacale da collezionismo ...ma a dire il vero non ne sono troppo convinta però <.<

      Elimina
  3. Creamy e in generale le majokko che da bimbe diventano adulte (anche peggio se idol XD) non mi sono mai piaciute, quindi non ho un buon ricordo di Creamy e non ero interessata al recupero del manga... mi dispiace solo che gli appassionati ci siano rimasti male per questa versione.
    Purtroppo i manga tratti dagli anime, spesso, mancano sempre di qualcosa e sembrano dei riassunti in cui si da molto per scontato, infatti dopo qualche esperienza tiepida, ho deciso di lasciarli stare a priori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine quello che mi interessava da piccola era vedere le trasformazioni, mi affascinava un sacco XD quelle che diventavano idol non mi hanno mai presa troppo, preferivo più cose alla Sailor Moon con i combattimenti!
      Sono curiosa delle tue esperienze con manga tratti da anime :) a me è capitato una volta e tutto sommato nonostante il finale aperto, mi è piaciuto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...